Mac OS X Snow Leopard: vediamo le novità…

Mac OS, con Snow Leopard, ha compiuto un notevole salto di qualità per i professionisti. Ecco quindi 7 buoni motivi per procedere con il download di Snow Leopard (o l’acquisto in negozio) e la sua installazione. Senza contare che il suo costo irrisorio, può essere recuperato con il risparmio di tempo generato dalla sua rinnovata efficienza – almeno secondo i tecnici Apple.

mac-os-x-snow-leopard_c

Aggiornare il sistema operativo del computer che si usa per lavorare, però, è un’operazione molto delicata. Per questo motivo Apple si è preoccupata di garantire che l’installazione di Snow Leopard sui Mac con sistemi operativi precedenti sia sicura, semplice e veloce. In attesa di provare la migrazione in prima persona, oggi, elenchiamo alcuni buoni motivi per cui chi lavora con il Mac avrebbe solo da guadagnare aggiornandosi.

Maggiore velocità. Snow Leopard non è un nuovo sistema operativo, bensì una versione rifinita, alleggerita e migliorata di Leopard. Chiunque possegga un Mac, grazie alla snellezza di Snow Leopard potrà avviare più rapidamente il Mac, ottenerne più reattività e anche prolungargli la vita.

Grand Central Dispatch e OpenCL, è molto interessante sia in ottica futura, quando i notebook inizieranno a montare processori con quattro o più core, sia oggi per le workstation e i server Mac Pro atuali. Si tratta di un sistema che distribuisce in maniera intelligente le attività e i processi su tutti i core disponibili. Una tecnologia simile dovrebbe essere alla base di ogni sistema operativo moderno. OpenCL servirà per sfruttare la GPU anche per calcoli non legati alla grafica. In teoria, non può che portare ulteriori prestazioni e aiutare a sfruttare appieno l’hardware installato.

Finder e Spotlight migliorati, con opzioni di ricerca personalizzabili e visualizzazione per icone migliorata. Spotlight è la seconda applicazione più usata in MacOs dopo il Finder. Basta risparmiare 2 secondi per operazione per trovarsi a fine mese con parecchie ore di tempo libero da usare per attività più proficue.

Mail più veloce. Per alcuni, la novità più sostanziale. La versione di Mail contenuta in Snow Leopard sarà, a detta di Apple, più veloce dell’85% nell’aprire il primo messaggio visualizzabile, 3,5 volte più veloce nell’elencare i contenuti della casella, il 90% più veloce nelle ricerche e 2,3 volte più veloce nello spostare le e-mail. Ora i rilevatori di dati identificano automaticamente i numeri di volo nei messaggi e-mail e nei documenti di testo e ti portano direttamente al widget Flight Tracker in Dashboard, dove puoi trovare informazioni aggiornate sul volo.

Time Machine più veloce. Chiunque lavori con il Mac dovrebbe avere sempre collegato un disco esterno per il backup continuo con l’applicazione Time Machine. La nuova versione sarà più intelligente e veloce. Speriamo bene.

Risveglio e connessione WiFi più veloci. Leopard eccelleva già nella velocità d’ibernazione e risveglio; Snow Leopard dovrebbe rendere ancora più rapide queste operazioni e dimezzare il tempo necessario per collegarsi alle reti WiFi. Questi miglioramenti, ancora una volta, possono portare a risparmi di secondi e di batteria che, in situazioni di mobilità, possono fare la differenza tra completare un lavoro o lasciarlo a metà.

7GB in meno di spazio occupato su disco. In tempi di dischi da terabyte sembra una sciocchezza, ma chi possiede Mac con dischi piccoli ringrazierà. I Macbook Air, per esempio, arrivano a soli 128 GB.

Il supporto di Microsoft ActiveSync e Microsoft Exchange 2007 è senza dubbio una delle novità più attese. Anche perché finalmente mail, contatti e calendario Apple saranno finalmente interoperabili con i server aziendali dell’altra sponda.

Exposé, lo strumento per la gestione delle finestre, è stato integrato nella Dock del desktop. Interessante anche l’introduzione di un sistema automatico che è in grado di rilevare, via web, il fuso orario correlato alla locazione del proprio computer.

La funzione Preview adesso è in grado di aprire più documenti PDF, mostrarne i contenuti come avviene con i contatti e le anteprime delle pagine in una barra per facilitarne l’accesso. Insomma, più veloce e completo di Adobe Reader, con alcune funzioni “rubate” a Acrobat Professional.

Snow Leopard integra di fatto QuickTime Pro, quindi si possono registrare film e screencast. Un’altra novità è rappresentata dal compilatore automatico di testo per tutte le applicazioni che supportano la funzione.

Utile anche la possibilità di utilizzare tutti i gesti da trackpad, a prescindere dal modello di Mac in possesso – escludendo ovviamente i prodotti realizzati prima del 2006.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...